menu

Semplificazione procedimenti amministrativi

Il disegno di legge, intitolato “Norme sulla qualità della regolazione e di semplificazione dei procedimenti amministrativi” persegue, con strumenti immediatamente operativi, gli obiettivi di semplificazione normativa ed amministrativa in favore dei cittadini e del tessuto imprenditoriale sardo così come stabiliti dalla Deliberazione della Giunta regionale n. 23/5 del 25 giugno 2014. Il disegno di legge interviene in cinque ambiti fondamentali.

I primi tre ambiti sono contenuti nella Parte I, e costituiscono la parte “fissa” delle politiche di semplificazione della Regione, in quanto:

 

  • introducono indispensabili istituti di programmazione delle attività di semplificazione;
  • individuano gli strumenti per il miglioramento della qualità della regolazione;
  • stabiliscono innovative norme sul procedimento amministrativo.

 

I restanti due ambiti, inseriti nella Parte II, introducono le prime significative misure di semplificazione dell’ordinamento regionale in alcuni settori speciali. In particolare:

  • istituiscono, tra le prime Regioni in Italia, lo Sportello unico per le attività produttive e per l’attività edilizia (SUAPE), in modo da attribuire ad un ufficio unico sia le competenze esercitate dallo Sportello unico per le attività produttive (SUAP), sia le competenze relative all’edilizia privata (SUE);
  • prevedono misure di semplificazione delle procedure amministrative settoriali più onerose per i cittadini e le imprese.

CONSULTAZIONI

Commenta la norma sulla semplificazione degli atti amministrativi
menu menu menu