menu
Torna a: >> Eventi

S3 - Conclusione fase consultazione e ascolto

dal
24 Dicembre 2015
fino al08 Aprile 2016

Si chiude la fase di consultazione e di ascolto della Smart Specialisation Strategy - S³ della Regione Sardegna, riaperta ad ottobre e novembre 2015, per completare il Documento, che avrà la sua veste definitiva entro gennaio 2016.

Sono disponibili i report dei focus tematici e dei workshop tenutisi dal 29/07/2015 al 16/11/2015.In sintesi dall'attività di ascolto è emerso quanto segue:

I focus group Aerospazio hanno dato conferma del dinamismo del settore, rappresentato da aziende operanti nel territorio regionale che, unitamente agli attori pubblici delle ricerca, hanno dato vita al Distretto Aerospaziale della Sardegna, consentendo di mettere a valore il proprio know- how. Durante gli incontri è emersa l'opportunità di investire sulla "creazione" di competenze specialistiche nel campo dei "droni", con la creazione per esempio di un polo regionale per il monitoraggio ambientale e del territorio. Altra specializzazione emersa è lo sviluppo di materiali e tecnologie innovative in ambito astrofisico, spaziale, avionico e fotonico.

Dal processo partecipativo Agrifood si è avuta conferma della rilevante specializzazione delle imprese sarde e della presenza diffusa di produzioni tipiche, per le quali si dovrà puntare all'innovazione di processo e di prodotto. Inoltre è emersa la necessita di investire sul "no food" valorizzando gli scarti e i residui di lavorazione e/o trasformazione, secondo un modello di sviluppo più sostenibile, tipico di un'economia circolare.

I focus group dedicati alla "Bioeconomia" hanno associato le tre aree di specializzazione Reti Intelligenti, Chimica Verde e Bioedilizia. Le tre aree, viste in un ottica di "bioeconomia", hanno in comune una elevata sostenibilità ambientale che può essere vista sia da un punto di risparmio energetico che in ambito del riciclo.

Per l'area di specializzazione Biomedicina è emerso che la Sardegna rappresenta un laboratorio naturale unico al mondo, ideale per lo sviluppo di nuove tecnologie per la salute in grado di valorizzare le specificità geografiche e naturali, le qualità della fauna e della flora e la particolare struttura genetica della popolazione sarda. Tali tecnologie sono oggi al centro delle più recenti dinamiche economiche nel campo della medicina personalizzata per lo sviluppo di nuovi sistemi diagnostici e terapeutici per la salute e il benessere.

In Sardegna l'ICT è un settore vivace che ha spunti imprenditoriali interessanti per rispondere ai bisogni di altri settori quali agrifood, biomedicina, Turismo, beni culturali e ambiente, con tecnologie all'avanguardia come internet delle cose, cloud e big data.

Turismo, Cultura e Ambiente: l'Area di specializzazione, in funzione della valorizzazione degli attrattori naturali e culturali della Sardegna, è ampio e complesso. Esistono diverse realtà imprenditoriali interessanti da sviluppare che offrono prodotti di "nicchia" riconoscibili sul mercato, quali le residenze creative in architetture autentiche, il turismo attivo e sportivo, Il turismo lagunare, l'Ittiturismo ed il pescaturismo, il turismo culturale basato sul patrimonio culturale materiale e immateriale, ma anche sulle produzioni artistico-culturali contemporanee, il turismo enogastronomico.

Consulta i report dei focus tematici e dei workshop sul portale SardegnaProgrammazione o nella sezione dedicata di SardegnaPartecipa

 

Get_leaflet: 
Posizione:
Via Cesare Battisti, Cagliari, CA Italia
menu menu menu