menu

Lavoro femminile e innovazione aziendale: sostenere il lavoro delle donne come fattore di crescita

 

Questa consultazione pubblica ha lo scopo di promuovere la partecipazione di tutti coloro che desiderano dare un contributo costruttivo alla predisposizione del prossimo Avviso pubblico per la concessione di aiuti alle imprese e contributi agli ordini professionali e alle associazioni dei lavoratori autonomi per la realizzazione di misure di welfare aziendale e di conciliazione.

La Regione nell’ambito, del PO FSE 2014/2020, Asse 1, Obiettivo Tematico 8 - Priorità di Investimento 8iv, intende favorire l'uguaglianza tra uomini e donne in tutti i settori, incluso l'accesso all'occupazione e alla progressione della carriera, la conciliazione della vita professionale con la vita privata e la promozione della parità di retribuzione per uno stesso lavoro o un lavoro di pari valore.

A tale proposito la Regione Sardegna ha intenzione di supportare concretamente le imprese con lo scopo di attuare misure di welfare e di conciliazione per migliorare la produttività e il benessere dei lavoratori e delle lavoratrici, gli ordini professionali e le associazioni di categoria dei lavoratori autonomi per migliorare la condizione delle libere professioniste e delle lavoratrici autonome nelle tutele legate alla maternità.

Esiste un legame virtuoso tra welfare, produttività e conciliazione dei tempi di vita e lavoro ed è in questa direzione che la Regione intende agire per favorire le condizioni di massima partecipazione e conoscenza alle opportunità disponibili, avviando nel contempo iniziative a supporto della sostenibilità e sviluppo di misure di welfare e sostegno alla produttività e all’occupazione.

L’Avviso prevederà tre linee di intervento: due destinate alle imprese - Linee A) e B) - e una agli ordini professionali e alle associazioni di categoria dei lavoratori autonomi – Linea C).

  • La linea A) è indirizzata alle imprese con numero di dipendenti pari o superiore a 10. Tale linea finanzia i costi per la redazione e attuazione del Piano di innovazione organizzativa e del Piano di welfare.
  • La linea B) è indirizzata alle imprese con numero di dipendenti inferiore ai 10, e finanzia i costi diretti della maternità sostenuti dall’impresa per:
  1. Assunzione per la sostituzione della dipendente in maternità;
  2. Formazione aziendale del/lla sostituto/a;
  3. Formazione aziendale al rientro dalla maternità.
  • La linea C) è indirizzata agli ordini professionali e alle associazioni di categoria dei lavoratori autonomi che elaborano e gestiscono un Progetto di welfare per le proprie iscritte. Tale linea finanzia voucher per servizi prima infanzia, servizi educativi, servizi di assistenza e la costituzione di un albo sostituti per la maternità.

Con questa consultazione ci rivolgiamo a:

  • Imprese;
  • Parti sociali (Sindacati e Associazioni di categoria);
  • Ordini professionali;
  • Donne e uomini occupati;
  • Libere professioniste e lavoratrici autonome.
  • Tutti i cittadini che desiderano dare un contributo

Consulta qui sotto l'informativa preliminare relativa all'Avviso pubblico:

In questo spazio di partecipazione pubblica si può inviare un parere o un commento per aiutarci a predisporre l’Avviso pubblico in modo che siano il più possibile rispondente alle esigenze delle comunità territoriali interessate.

A tale proposito si chiede che i partecipanti segnalino la loro email nel form previsto, il nome e luogo di attività all’interno del form di commento.

 

Data di apertura: 
Mercoledì, Luglio 27, 2016 - 12:05
Data di chiusura: 
Mercoledì, Gennaio 18, 2017 - 13:51
menu menu menu